Dispatchwork: la rigenerazione urbana con mattoncini colorati

Dispatchwork: la rigenerazione urbana con mattoncini colorati

  • scritto da Lorenza Bisbano
  • categoria Curiosità ecosostenibili

Jan Vormann, artista Berlinese, da 10 anni gira il mondo armato di mattoncini Lego con l’intento di contribuire alla rigenerazione urbana per riqualificare angoli di città e colmare le crepe dei muri e ravvivare il grigio della città moderne utilizzando colori che tutti associano ai giochi dell’infanzia.

L’idea, che sta facendo il giro del mondo, è nata durante un viaggio in Italia. Le crepe nei muri del borgo medievale di Bocchignano in provincia di Rieti hanno ispirato per la prima volta l’artista. Dal 2007 fino ad oggi Jan Vormann ha invaso con i suoi mattoncini colorati almeno 27 nazioni.  

dispatchwork mattoncini bocchignano

L’obiettivo del progetto Dispatchwork

L’obiettivo del progetto di street art Distatchwork non è sicuramente quella di sconfiggere definitivamente il deterioramento dei muri. Infatti nel momento in cui si debba procedere con un lavoro di restauro tradizionale i mattoncini possono essere facilmente staccati dalla loro localizzazione temporanea per tornare a far parte della scatola dei giochi e successivamente essere riutilizzati per il prossimo dispatchwork.

Si tratta di un progetto artistico con una vena satirica che riguarda la comunità. L’intento dell’artista è infatti quello di sottolineare le tante occasioni di essere creativi che si possono trovare all’interno della seriosità del nostro paesaggio da sottoporre ad un intervento di rigenerazione urbana. E così il vecchio ed il nuovo si accostano, il grigio ed il colorato. Le crepe sono riempite e valorizzate con il colore.

Questo concetto ricorda quello che sta alla base dell’arte giapponese del kintsugi dove i vasi rotti, una volta riparati con l’oro, guadagnano in bellezza e valore. Nel caso delle città moderne la bellezza è vista in chiave sociale ed è data dal senso di stupore che possono provare i passanti nell’incontrare i mattoncini colorati con i quali giocavano da bambini all’interno delle crepe di manufatti che in alternativa sarebbero passati inosservati.

Changsha, Cina. L’autore della foto spiega di aver aggiustato da solo e di sua iniziativa il gradino danneggiato che si trovava in un parco vicino a casa sua, e spiega di come abbia attratto la curiosità di molte persone mentre compiva la sua opera di street art.

Mattoncini colorati: la collaborazione dei cittadini

Dispatckwork è definito come un gioco a più giocatori che si svolge in tutti i luoghi pubblici del mondo. Risveglia i ricordi infantili fatti di forme astratte e colori vividi attraverso la collaborazione globale di persone tra di loro sconosciute.

Sebbene con un po’ di fortuna sia ancora possibile avvistare lo stesso Jan Vormann in giro per le città con i suoi mattoncini Lego colorati, l’artista ha chiesto aiuto a tutti i cittadini del mondo. Tutti sono invitati ad uscire di casa, recarsi nei luoghi pubblici armati di lego, restaurare col colore il vecchio muro e inviare la foto indicando la località in cui è stata scattata utilizzando il sito internet del progetto di rigenerazione urbana Dispatchwork.

La richiesta dell’artista ha avuto un riscontro globale, la mappa con la geolocalizzazione delle opere di street art si sta riempiendo sempre di più, le foto e le didascalie raccontano, tra le altre cose, di persone che nonostante abbiano preso l’iniziativa da soli si sono accorti di attrarre curiosi, o di associazioni culturali cha hanno organizzato gruppi di lavoro per ricolorare muri storici delle città compiendo un atto di rigenerazione urbana.

 La mappatura delle foto inserite sul sito Dispatchwork.infoLa mappatura delle foto inserite sul sito Dispatchwork.info

 I mattoncini del dispatchwork possono essere riutilizzati dai bambini per giocareI mattoncini del dispatchwork possono essere riutilizzati dai bambini per giocare

e-max.it: your social media marketing partner
  • pubblicato Mer 31 Gennaio 2018
  • crediti fotografie © www.dispatchwork.info
Lorenza Bisbano

Lorenza Bisbano

Creativa e curiosa, durante la stesura della sua tesi di laurea riscopre il piacere e la forza della scrittura per la diffusione di informazioni ed idee. Viaggiatrice, esplorando il mondo coniuga la sua passione per l’architettura con la scoperta di nuove culture. 

Fonte: Dispatchwork: la rigenerazione urbana con mattoncini colorati